Implantologia

La dentatura è essenziale per la masticazione ma non solo; è importante anche ai fini di una corretta fonazione.
Avere denti sani e belli è fondamentale dal punto di vista estetico, soprattutto per le persone che sono a diretto contatto con la gente e che fanno dell’aspetto fisico una delle loro carte vincenti. La perdita di denti può rivelarsi un evento molto negativo, in grado di scatenare tutta una serie di problematiche. L’edentulismo, sia esso parziale o totale (ovvero, nel caso di mancanza di pochi denti o di arcate dentarie in toto) presenta molteplici risvolti sulla vita quotidiana di un individuo e dovrebbe essere risolto nel più breve tempo possibile. Un aiuto in questo senso viene dall’Implantologia che consente di sostituire i denti persi con degli impianti dentali. 

 
 
 
 


Ma cosa sono gli impianti dentali? Si possono perdere denti a causa di traumi o della degenerazione di alcune malattie. Gli impianti servono a restituire il sorriso ai pazienti e a garantire il ripristino delle normali funzioni masticatorie. Gli impianti dentali sono costituiti da due elementi principali: una radice in titanio da inserire all'interno delle ossa mascellari o mandibolari del paziente ed un pilastro, che crea la connessione tra l'impianto inserito e la protesi da inserire. Grazie alla presenza del titanio, con notevoli proprietà osteointegrative e biocompatibili, l'organismo non fa scattare meccanismi di autodifesa nefasti come quello del rigetto. Il titanio garantisce una biocompatibilità così elevata, che gli odontoiatri possono tranquillamente inserire i perni ed agganciare le protesi nell'arco di un solo interevento (implantologia a carico immediato). 


I moderni interventi per inserire impianti dentali sono decisamente più rapidi e sicuri che in passato, con grande vantaggio per i pazienti, che vedono risolvere subito i loro problemi dovuti alla perdita di denti.